La remuntada della Bertani
vale il 12° posto in Coppa Europa

La portacolori del “Lenno” era solo 26 a dopo la prima manche.

La remuntada della Bertani vale il 12° posto in Coppa Europa
Luisa Bertani impegnata nel gigante, specialità dove ieri è parsa essere tornata competitiva

Una Luisa Bertani dai due volti sulle nevi di Andalo nel gigante di Coppa Europa. La milanese, griffata Ski racing camp Lenno, dopo una prima manche disastrosa, che l’ha scaraventata in 26a posizione, con un distacco abissale di oltre tre secondi, nella seconda ha innescato una prepotente rimonta, risalendo sino al 12° gradino, prima tra le italiane.

L’allieva di coach Corrado Castoldi, ha così messo in tasca un buon bottino di punti per la classifica di Coppa ma soprattutto un’iniezione di fiducia, per il secondo gigante di oggi.

Andalo ha accolto le gigantiste per il terzo appuntamento stagionale della specialità, in Coppa Europa. Luisa Bertani aveva tutte le intenzioni di mettere la parola fine sul momento difficile.

Il verdetto della prima manche però era negativo, con la milanese che, nonostante il buon 13 di pettorale, non riusciva ad emergere, chiudendo appena dentro le trenta (26a).

Anche il cronometro era impietoso con un gap pesantissimo di 3”21 dalla più veloce la norvegese Holtman. Quando tutta lasciava presagire un’altra giornata da dimenticare, la portacolori dello Ski racing camp Lenno, tornava a sciare come nelle migliori occasioni. Sfruttando al massimo il pettorale 5, confezionava un 1’14”62 che alla fine della manche risultava il terzo tempo, a 69 centesimi dalla prima della classe, la spagnola Pau.

La “mezza impresa” permetteva a Bertani di recuperare 14 posizioni, portandola sulla dodicesima poltrona. Anche il distacco dalla vincitrice, la norvegese Holtmann, scendeva a 2”14. La sciatrice dello Ski Lenno, rimane esclusa, per 7 centesimi, dalla top ten. Un’altra soddisfazione è essere la prima delle italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True