Molteni, Natale a casa e poi a Bormio
Sognando la Coppa del Mondo

Per l’azzurro di Cabiate al via le prove cronometrate per discesa e due superG sulla Stelvio

Molteni, Natale a casa e poi a Bormio Sognando la Coppa del Mondo
Nicolò Molteni in azione

Il Natale a Cabiate con la famiglia e poi subito la partenza per Bormio. Nicolò Molteni chiude il 2021 con la “voglia” di tornare in Coppa del Mondo.

L’occasione è ghiotta, visto che il circuito del Circo Bianco fa tappa a due passi da casa, in Valtellina. L’appuntamento è con la discesa di martedì e i due supergiganti di mercoledì e giovedì. Il cabiatese (23 anni) però sarà già sulla pista Stelvio, a Santo Stefano, nella prima delle due prove cronometrate. Il tempo di aprire i regali e subito la partenza per Bormio, per rispondere alla chiamata della nazionale italiana. Il gruppo degli azzurri delle discipline veloci, sarà impegnato in due giorni di prove.

Che però per Molteni avranno un peso specifico non indifferente. Il cabiatese infatti dovrà andare il più veloce possibile, mettendo alle spalle un paio di “colleghi” se vorrà provare ancora l’emozione della Coppa del Mondo. Se non riuscirà per la discesa di martedì, la presenza di due supergiganti (il secondo recupera quello non disputato a Lake Louise) lascia aperta la speranza di rivedere il giovane comasco in azione nella Coppa del Mondo. Sino ad ora ha partecipato a due gare:il supergigante e la discesa a Beaver Creek (chiusi rispettivamente con il 45° e il 41° posto).

Non male considerati i pettorali alti. È andata decisamente meglio in Coppa Europa dove, per la prima volta in carriera, è entrato nella top ten con il sesto posto nella discesa di Santa Caterina. E’ andata leggermente peggio nei due supergiganti dove è stato 14° e 17°. Poi è arrivata l’esclusione dalle gare di Coppa del Mondo in Val Gardena, “complice” le poco brillanti prove, messe a referto con due piazzamenti “over 60”.

La speranza è che a Bormio il cabiatese ritrovi la forma che ha dimostrato nella trasferta in Nord America e stacchi il biglietto per gli appuntamenti della “Coppa di cristallo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}