Universiadi: per Tentori
l’oro val bene una targa

Il Cai Canzo non si dimentica del suo campione. E lo premia

Universiadi: per Tentori l’oro val bene una targa
La premiazione di Michelangelo Tentori

Michelangelo Tentori non ha mai rinunciato al tesseramento con la squadra Sci del Cai di Canzo.

E la società non si dimentica mai del suo campione. Come è successo nella serata nell’aula magna delle locali scuole elementari, dedicata alle premiazioni dei campioni sociali, regionali e italiani (Giorgio Bracchi, Alex Ayrton Agnelli e Vittoria Silva) nel settore Fie.

L’ospite d’onore era il venticinquenne sciatore che ha ricevuto l’ennesima targa della sua brillante carriera.

Questa volta il “ricordo”, consegnato da Italo Genovina ex presidente e attuale responsabile dello sci agonistico del Cai Canzo, è arrivato grazie all’oro conquistato da Tentori nel supergigante della Universiadi, in Kazkistan.n

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}