Storica Italdonne in Galles Con la comasca Magatti
L’abbraccio delle azzurre dopo il successo contro il Galles

Storica Italdonne in Galles
Con la comasca Magatti

Rugby - Successo al Sei Nazioni. La lariana festeggia con la meta la 25a presenza azzurra

Maria Magatti non poteva festeggiare in modo migliore la presenza numero 25 con la maglia della nazionale di rugby: prima storica vittoria in Galles e ritorno in meta. Dopo l’Under 20 con il comasco Davide Ruggeri anche l’Italdonne scrive una pagina di storia della palla ovale, con il primo successo di una squadra italiana al Principality Stadium di Cardiff (22-15 il punteggio) e il primo sorriso nel Sei nazioni in rosa 2018.

«Ci voleva questo risultato– ha sottolineato coach Andrea Di Giandomenico - . Rende ancor più omaggio al lavoro che stiamo svolgendo. Il campo ha parlato e ha dimostrato cosa possiamo fare».

Italia in vantaggio già all’8’ con la meta di Locatelli. Gallesi che si rifanno sotto, prima con un piazzato e poi con una meta. Nel finale di tempo, con un’azione da manuale iniziata da una ruck sul lato destro del campo, le azzurre muovono l’ovale in maniera perfetta andando in meta con Maria Magatti, chiudendo la prima frazione in vantaggio sul 12-8.

L’ala comasca non andava a referto dal match dello scorso agosto contro l’Inghilterra, in Coppa del Mondo (dove, tra l’altro si era anche infortunata). In avvio di ripresa terza meta italiana con Rigoni (17-8). Le padrone di casa diventano fallose ed incassano tre gialli. In occasione dell’ultimo cartellino Magatti va a un passo dalla sua seconda meta personale, ma viene fermata ad un metro dalla linea di fondo.

Il punto di bonus arriva qualche minuto dopo grazie a Silari. «È la vittoria del gruppo – il pensiero della capitana azzurra Sara Barattin-. Abbiamo avuto un piccolo momento di calo tra i primi due cartellini gialli del Galles, ma siamo state brave a reagire e ad andare in meta nel finale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA