Sulla Panda al Mongol Rally  c’è anche la Pall. Cantù
L’equipaggio del “Novy Gagarin

Sulla Panda al Mongol Rally

c’è anche la Pall. Cantù

Sta per partire una corsa automobilistica non competitiva a scopo di beneficenza.

La Pallacanestro Cantù si mette al volante per il “Mongol Rally”, corsa automobilistica non competitiva a scopo di beneficenza, alla quale è possibile partecipare con un auto non superiore a 1.100 di cilindrata. Gli equipaggi si impegnano a versare almeno mille sterline in cause filantropiche. Dettaglio da non trascurare: è formalmente vietato l’uso del Gps durante il tragitto, che come capolinea avrà Ulan-Udé, cittadina russa situata in Siberia

In particolare, la Pallacanestro Cantù viaggerà al fianco dell’equipaggio italiano “Novy Gagarin”, composto da Luca Colnaghi, Marco Viganò e Federico Gavazzi, quest’ultimo tifosissimo biancoblù da oltre 20 anni. Ai tre - che affronteranno un viaggio di circa 13mila km a bordo di una Fiat Panda del 1998 - la società ha donato numerosi capi di abbigliamento e gadget che gli stessi distribuiranno ai bambini durante il lungo percorso in tante nazioni differenti.

Giovedì la partenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA