Tecnoteam, è una formalità Un 3-0 al Volley Parella e via
Ylenia Migliorin, top scorer in casa Tecnoteam (Foto by Cusa)

Tecnoteam, è una formalità
Un 3-0 al Volley Parella e via

Una partita senza storia, troppo diversa la caratura delle squadre in campo

Una partita senza storia. Troppo differente, del resto, la caratura tecnica tra le due squadre in campo perché le avversarie di giornate, ossia le ragazze del Volley Parella, potessero davvero impensierire la Tecnoteam.

Sabato sera al Pedretti, terza gara di fila in casa, Albesevolley non s’è fatta pregare e, pur cambiando qualcosa nella sua conformazione in campo, ha travolto Torino (3-0), confermando non solo la sua capacità di stare lì, a un passo dalla vetta del girone A di serie B1, ma anche l’evidente difficoltà delle ospiti di giocarsela a viso aperto con le pari-categoria.

I tre parziali raccontano un match a senso unico, con il primo set chiuso in una ventina di minuti dalle giocatrici di coach Cristiano Mucciolo sul 25-14, un secondo un po’ più giocato all’inizio (8-7, 16-14) fino all’allungo decisivo della squadra di casa (25-17) e un terzo iniziato di gran lena dalle albesine (8-3) e concluso senza alcun affanno sul 25-16.

In campo, sabato sera, si sono viste un po’ tutte le ragazze del roster. A esclusione di Facco, tutte le giocatrici a disposizione del tecnico sono state gettate nella mischia, inclusa quella Carlotta Lodigiani che proprio contro il Volley Parella ha fatto il suo esordio in B1.

Per il resto, buoni segnali da parte di tutte, con la top scorer Ylenia Migliorin a ricordare quanto un organico lungo e di qualità sia fondamentale per sognare l’A2.


© RIPRODUZIONE RISERVATA