Un eccellente Manzi   si inerpica sino all’argento
Emanuele Manzi a Doha

Un eccellente Manzi

si inerpica sino all’argento

Il cremiese è giunto secondo al Dubai Holding Sky Run nella tappa del World Circuit disputata a Doha.

L’ennesima impresa di super Emanuele Manzi. Il cremiese, nel giorno del suo 42° compleanno ha “rischiato” di vincere il Dubai Holding SkyRun. Solo il campione polacco Piotr Lobodzinsky, ha preceduto lo scatenato comasco nella tappa del Vertical World Circuit, disputata a Doha. A rendere ancor più grande l’impresa di Manzi, il ricorso del vincitore al nuovo record della kermesse, fissato in 6’55” che abbassa il precedente, stabilito dal polacco nel 2017 in 7’09”.

Il penultimo atto del circuito mondiale di corsa all’interno dei grattacieli, è scattato all’alba nella capitale del Qatar (per ovviare ai noti problemi di caldo, già accusati al recente Mondiale di atletica). Ai nastri di partenza i più bravi al mondo, a caccia di punti per la generale. Tra questi il pluricampione di specialità, Lobodzinsky intenzionato a intascare l’oro per scavalcare dalla vetta della graduatoria il giapponese Watanabe. Impresa portata a termine, grazie anche al tempo record.

Un eccezionale Manzi, ha messo a referto, dopo i 1.334 gradini e 52 piani all’interno della Jumeirah Emirates Towers, un più che ottimo 7’17”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA