Un poker di super avvocati per la difesa di Schembri
L’azzurro comasco Fabrizio Schembri

Un poker di super avvocati
per la difesa di Schembri

La bufera dell’atletica: nel collegio difensivo Giulia Bongiorno, Antonio De Rensis, Giovanni Fontana e Fabio Milano

Quattro avvocati molto noti assumeranno la difesa dei 26 atleti azzurri, fra cui il triplista comasco Fabrizio Schembri, che sono stati deferiti dalla Procura antidoping “per eluso controllo” e sui quali pende la richiesta di due anni di squalifica. Si tratta di Giulia Bongiorno, Antonio De Rensis, Giovanni Fontana e Fabio Milano.

La riunione, per l’affidamento dell’incarico, si è tenuta all’Hotel Una Roma e ha partecipato anche Alfio Giomi, presidente della Fidal (accompagnato da Guido Valori, avvocato della Federazione), pronto, come più volte dichiarato, a non lasciare soli gli atleti.

«Quello che deve essere molto chiaro a tutti – ha detto Giomi – è che non stiamo in nessun modo parlando di una questione legata all’assunzione di sostanze dopanti. In ogni modo è una vicenda che deve risolversi in tempi brevi, perché molti di questi ragazzi (come, ad esempio, Schembri, ndr) si stanno preparando per le Olimpiadi di Rio e devono poterlo fare con la giusta condizione psicofisica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA