Vince Cantù, ma quanta fatica       La risolve Johnson sulla sirena
Robert Johnson, anche a Biella tra i più pericolosi (Foto by Gorini)

Vince Cantù, ma quanta fatica
La risolve Johnson sulla sirena

Biella non molla mai e la squadra di Sodini, anche se sempre davanti, non riesce a togliersela di dosso

Acqua S. Bernardo Cinelandia Park, ma che fatica. Nel testacoda di Biella, la squadra di coach Sodini coglie il successo, ma deve sudarselo fino al termine, vista la vigoria dell’avversaria, che tutto merita tranne lo 0 in classifica. La vince Johnson all’ultimo tiro: 75-77.

Cantù in vantaggio fin dal primo possesso, ma gara a strappi, con gli allunghi degli ospiti che sembrano una sorta di elastico.

Lo dicono, prima di tutti, i parziali alle prime due sirene: 17-26 al 10’ e 37-47 al 20’, ma in realtà l’Edilnol arriva in più di una circostanza a un solo tiro dal pareggio.

Il più eclatante è però l’andamento del terzo periodo: la S.Bernardo Cinelandia Park esce bene dall’intervallo e si porta in un amen sul +14.

Pare l’inizio della fine per Biella, ma non è così, perché i piemontesi arrivano a chiudere al 30’ sotto di tre (61-64) con la squadra di Sodini molto nervosa e Stefanelli fuori per cinque falli (più tecnico a rimorchio).

Si dice tutto, manco a dirlo, negli ultimi dieci minuti. Cantù ha nelle mani tutto, tranne la voglia di chiuderla, almeno al momento: la conferma è il 65-66 del 34’.

La volata i brianzoli la lanciano sopra di 8 punti (65-73 al 37’). Biella è generosa, ma sembra non averne più. Ci riprova a 70 secondi dalla fine (70-75) e poi a 40’ (72-75), fino al 75-75 del 39’55”, primo pareggio della gara dopo lo 0-0 iniziale. La vince Johnson, ancora una volta, all’ultimo tiro. Con il ventunesimo punto della sua partita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA