Sabato 03 Agosto 2013

Visciglia, coach del Gorla

«Valorizzeremo i giovani»

Coach Antonio Visciglia

Una squadra fatta in casa, con un giusto mix tra senior di categoria e giovani talentuosi, un coach esordiente ma deciso a fare bene, e un progetto che prosegue sotto i migliori auspici.

E’ questo il nuovo Gorla Cantù in vista del settimo campionato consecutivo in Divisione Nazionale C.

«Abbiamo voluto prendere dei giocatori senior che avessero già fatto parte delle nostre giovanili - spiega coach Antonio Visciglia - affinché, conoscendo il metodo di allenamento e la mentalità, siano da guida e da esempio ai più giovani. La squadra è composta dai senior dell’anno scorso, con Molteni al posto di Crisci, ed è completata dai ’96 che saranno convocati a rotazione».

Se dunque i senior sono delle garanzie, a partire dal colpo di mercato Marco Molteni, per i giovani (gli ex Under 17 quarti alle finali nazionali) spesso in passato la categoria si è rivelata troppo alta. «I ’96 non hanno alcuna esperienza senior e non sarà facile inserirli in un campionato dove pagheranno soprattutto sul piano fisico. Senza dimenticare che Scuratti sebbene ormai senior è solo un ’94. Ma quest’anno i giovani avranno assolutamente più spazio. Perché il progetto della serie C è proprio quello di servire come vetrina per i giovani del vivaio. Non abbiamo obiettivi, né di playoff né di salvezza, non abbiamo pressione, e si lavorerà unicamente per valorizzare i ragazzi. Questo lo sanno anche i senior».

Raduno il 22 agosto. In attesa del calendario, il Gorla è stato inserito nel girone A composto da 7 piemontesi, 4 lombarde e 3 liguri. «E’ un girone forse meno fisico rispetto al B dell’anno scorso. Magari all’inizio non saremo subito competitivi: bisognerà solo avere pazienza e dare tempo ai giovani, sono certo che daranno il massimo»

© riproduzione riservata