Lunedì 26 Dicembre 2011

Fratelli uccisi da monossido carbonio

(ANSA) - ROMA, 26 DIC - Nella tarda mattinata di ieri, due fratelli, celibi e pensionati, Paolo e Dino Cavallini, 64 e 57 anni, sono stati rinvenuti cadaveri nella loro casa a Fanano, nell' Appennino modenese, uccisi dal monossido di carbonio, causato dal malfunzionamento di una vecchia stufa a gas. L'allarme è stato dato dai parenti che li stavano attendendo per il pranzo di Natale e che, non vedendoli arrivare né riuscendo a contattarli, hanno chiamato i Carabinieri, intervenuti con i Vigili del Fuoco.

NM

© riproduzione riservata