Martedì 27 Dicembre 2011

E' diritto dei vicini chiedere silenzio

(ANSA) - ROMA, 27 DIC - Nonostante il "degrado del linguaggio e della inciviltà che oramai non di rado contraddistingue il rapporto tra i cittadini", ad avviso della Cassazione, merita una condanna per ingiuria il condomino che insulta il vicino che suona alla porta per chiedergli il rispetto della quiete e del silenzio, dato che dal suo appartamento provengono molti rumori. La Suprema Corte ha confermato anche il risarcimento dei danni a carico del condomino maleducato.

NM

© riproduzione riservata