Lunedì 13 Agosto 2012

Vaticano:maggiordomo Gabriele a giudizio

(ANSA) - ROMA, 13 AGO - L'aiutante di camera del papa, Paolo Gabriele, arrestato il 23 maggio, è stato rinviato a giudizio con l'accusa di aver sottratto documenti dall'appartamento di Benedetto XVI. L'accusa è furto aggravato. E nell'indagine vaticana spunta un altro indagato: e' l'analista programmatore della segreteria vaticana, Claudio Sciarpelletti. "La sua posizione - ha detto il portavoce vaticano padre Lombardi - è meno grave di quella di Gabriele. Non è un complice ma aveva rapporti di conoscenza con lui".

RED

© riproduzione riservata