Benifei (Pd), vietare stage non retribuiti al Parlamento Ue

Benifei (Pd), vietare stage non retribuiti al Parlamento Ue

BRUXELLES - Un appello al presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani affinché siano vietati gli stage non retribuiti negli uffici degli eurodeputati. Lo ha lanciato Brando Benifei, parlamentare Pd, insieme ad una ventina di deputati europei e stagisti durante un'azione di sensibilizzazione nei corridoi dell'Eurocamera.

Da quanto è emerso dal questionario sottoposto ai tirocinanti, "ci sono stagisti che lavorano un numero elevatissimo di ore, con retribuzioni minime o nulle negli uffici dei parlamentari - ha dichiarato Benifei all'ANSA -" Bisogna cambiare le regole per dare condizioni dignitose a chi viene qui per imparare ma anche per lavorare". Già a marzo Benifei, Co-Presidente dell'Intergruppo Politiche Giovanili al Parlamento Europeo, aveva presentato un "manifesto per stage equi" nelle istituzioni Ue sottoscritto da 140 deputati europei, un'iniziativa che secondo l'eurodeputato non è piaciuta a molti suoi colleghi.

Il Parlamento europeo offre tuttavia anche stage retribuiti con oltre mille euro al mese per cinque mesi all'interno dei suoi uffici. Il termine per presentare le domande scade il quindici maggio per quelli che partono dal primo ottobre. L'offerta formativa riguarda la politica europea, i diritti umani e la comunicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}