Venerdì 01 Agosto 2014

Benigni e Bertolucci, sì a equo compenso

(ANSA) - ROMA, 1 AGO - L'equo compenso sulla copia privata "non è una tassa ma un giusto corrispettivo per chi produce creatività in questo Paese cercando e sperando di aiutarlo a migliorare". I premi Oscar Benigni e Bertolucci si schierano con il decreto Franceschini. "Le aziende che scaricano sui consumatori un loro obbligo - dicono all'ANSA - compiono un atto ingiustificato a difesa degli interessi finanziari di coloro che molto prendono e pochissimo restituiscono alla nostra cultura"

© riproduzione riservata