Dall'oggi al domani, l'arte e il tempo

Dall'oggi al domani, l'arte e il tempo

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Una grande installazione realizzata per Bulgari dall'architetto anglo-irachena Zaha Hadid scomparsa di recente, evoca la forma del serpente, nella storia dell'arte spesso associato all'eternità del tempo nel simbolo dell'uroboros. Il motivo Serpenti di Bulgari, nato alla fine degli anni '40 con flessuosi orologi-bracciale e ancora oggi espressione dello stile della maison è interpretato da Hadid come metafora di trasformazione e rinnovamento. Il design dell'opera è pensato per trasmettere l'idea di un continuo divenire attraverso il movimento ritmico di sagome che richiamano le scaglie della livrea dell'animale. La struttura di quest'opera costituisce uno degli spazi in cui si svolgeranno alcune delle iniziative che animeranno la mostra "Dall'oggi al domani, 24 ore nell'arte contemporanea", in programma al Macro, Museo d'Arte Contemporanea, a Roma, dal 30 aprile al 2 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA