Esordio di Conte a Strasburgo, prove di disgelo con Parigi

Esordio di Conte a Strasburgo, prove di disgelo con Parigi

STRASBURGO - "L'incontro è andato molto bene e il 1 aprile il presidente Juncker verrà a Roma" per un nuovo bilaterale. Lo afferma il premier Giuseppe Conte al termine del colloquio con il presidente della commissione Ue Jean Claude Juncker. Il colloquio è durato oltre mezz'ora. "Non abbiamo parlato di Francia, ma abbiamo parlato di diversi argomenti", spiega Conte che, a chi gli chiede il motivo del nuovo incontro a Roma, replica con una battuta: "Lui ama l'Italia".

L'incontro di oggi pomeriggio al Parlamento europeo tra il presidente della commissione Juncker e il premier italiano Giuseppe Conte è stato "costruttivo" e ad "ampio raggio". Così il portavoce della commissione europea Margaritis Schinas ai giornalisti che gli chiedevano l'esito del faccia a faccia tra i due.

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parteciperà oggi alla seduta plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo. Alle 14:10 è previsto il suo arrivo e l'incontro con il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. Alle 15:00 Conte avrà invece un bilaterale con il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. Subito dopo, alle 15:30, ll presidente del Consiglio renderà omaggio al giovane giornalista Antonio Megalizzi nello studio radiofonico del Parlamento europeo che ieri è stato intitolato a lui e al suo collega Barto Pedro Orent-Niedzielski, entrambi vittime dell'attentato ai mercatini di Strasburgo dello scorso anno.

Alle 17:00 l'intervento in aula sullo Stato dell'Unione, al termine del quale Conte saluterà gli eurodeputati italiani. Nel suo esordio a Strasburgo il premier ribadirà alcuni concetti a lui cari, come la necessità di "un'Europa dei popoli", che affronti in maniera organica la questione migranti e che avvii un cambio di passo nella sua governance economica, con l'inclusione della condivisione dei rischi. Ma da Strasburgo è possibile che Conte lanci anche un messaggio distensivo al presidente Emmanuel Macron in uno dei momenti di massima tensione tra Roma e Parigi nella loro storia recente.

SEGUI LA DIRETTA ALLE 17:00

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA