Italiani al top per partecipazione a evento giovani a Parlamento Ue

Italiani al top per partecipazione a evento giovani a Parlamento Ue

STRASBURGO  - Partecipazione in massa dei giovani italiani allo European Youth Event (EYE), che ha visto più di 8mila giovani tra i 16 e i 30 anni di 'impossessarsi' per due giorni del Parlamento europeo a Strasburgo. L'Italia, secondo i dati ufficiali dell'istituzione europea, è infatti emerso essere il quarto Paese, dopo i 'padroni di casa' della Francia e i 'vicini' Germania e Belgio, per numero di partecipanti (734). "Con le vostre buone idee e la vostra determinazione a rendere l'Europa migliore, avete inondato questo Parlamento di vitalità, colore, entusiasmo, e speranza.

 

Siete una ventata di aria fresca per la democrazia europea", ha dichiarato, in un emiciclo stracolmo per l'atto di chiusura di EYE, il vicepresidente del Pe Ramon Valcarcel. I giovani presenti hanno mostrato tutta la loro determinazione ponendo domande critiche e esprimendo le loro idee: sui rifugiati, che bisognerebbe accogliere più numerosi ma senza dimenticare i cittadini europei. Poi sulla Catalogna, "su cui l'Europa tace", o sulla necessità di avere una posizione più decisa nei confronti del presidente Usa Donald Trump. O, ancora, sul fatto che l'Ue non fa abbastanza per le persone con handicap, che non possono partecipare pienamente a eventi come EYE.

 

 

I ragazzi presenti non si sono tirati indietro dal pensare un'Europa diversa. Come Mario, 22 anni, studente di giurisprudenza a Siena che, insieme ad altri 'colleghi' durante il dibattito su una nuova Costituzione europea, ha fatto passare l'idea di istituire la figura del "Presidente dell'Europa federale sul modello del Presidente della Repubblica italiana".

 

 

Ora le idee emerse negli oltre 200 dibattiti in questa due giorni sul futuro dell'Unione europea saranno raccolte in un rapporto che verrà reso pubblico a luglio, e che il Parlamento europeo si impegna a prendere in considerazione. "In cambio vi chiedo solo una cosa: andate a votare per le europee. Votate per chi volete, ma votate. Perché la democrazia europea ha bisogno di voi per restare in vita", ha concluso il vicepresidente dell'Europarlamento Valcarcel. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}