Mercoledì 24 Aprile 2013

Meglio le sbarre che lo zio,torna dentro

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 24 APR - Lo zio, che l'ospitava agli arresti domiciliari, lo invitava a risparmiare luce e acqua. Lui, sentendosi assillato, ha fatto un'accorata richiesta ai Cc, che l'hanno girata al giudice, per tornare in prigione. E' la singolare storia di un 25enne di Casalgrande, che scontera' cosi' dietro le sbarre a Reggio Emilia il residuo della condanna del Gip di Modena a 20 mesi per spaccio di droga. Scoppiato il conflitto, lo stesso zio avrebbe cambiato idea sull'ospitalita' a suo tempo offerta.

© riproduzione riservata