Lunedì 23 Giugno 2014

"Meriam è libera e sta tornando a casa"

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Meriam è libera, l'hanno rilasciata e ora sta tornando a casa". Lo ha confermato alla Bbc Elshareef Ali, avvocato di Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la donna cristiana condannata a morte in Sudan per apostasia per aver sposato un cristiano pur avendo padre musulmano. Oggi la sentenza è stata annullata dalla Corte d'appello. "Siamo molto felici e ora stiamo andando da lei", ha aggiunto il legale.

© riproduzione riservata