Michieletto firma regia 'fuoco' a Parigi

(ANSA) - MILANO, 26 SET - Dopo il successo del Barbiere diSiviglia del 2014, Damiano Michieletto torna il 4 ottobre afirmare una regia all'Opéra di Parigi, che ha deciso di affidarea lui, italiano, uno dei classici della lirica francese, ovveroSamson e Dalila di Camille Saint-Saëns. Ma si sa dai tempi incui guidava la Scala, al sovrintendente Stéphane Lissner piacesparigliare le carte e rischiare con regie mai banali. E quelledi Michieletto banali non sono mai. Come nel Guglielmo Tell (contestato a Londra), anche inquesto allestimento moderno di Samson e Dalila c'è in scena unpopolo che opprime un altro popolo. In questo contesto Dalila "èuna donna brutalizzata dalla società in cui vive" che "arriva auna presa di coscienza" e si immola per Samson . Una fine a basedi benzina e fuoco. Perché una nuova produzione, e lo ripete daanni, deve dare al pubblico qualcosa di nuovo, altrimenti bastarimettere in scena gli allestimenti che ci sono già.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}