Migranti: Belgio, veto Roma? In Ue abituati a minacce

Migranti: Belgio, veto Roma? In Ue abituati a minacce

BRUXELLES - "Abbiamo l'abitudine nei negoziati" Ue "a 27 o 28 che ci siano in un momento o l'altro minacce o discorsi muscolari", ma "quel che conta è avere la capacità di assumere responsabilità", perché "è ben più coraggioso prendere decisioni che non prenderne". Così il premier belga Charles Michel a chi gli chiedeva della minaccia dell'Italia di mettere il suo veto alle conclusioni del vertice Ue sui migranti se non verranno accolte le sue richieste.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True