(ANSA) - MANTOVA, 25 DIC - Voleva 300mila euro daicarabinieri per non compiere un attentato contro treni, ma gliè andata male. Scoperto dai militari è stato arrestato erinchiuso nel carcere di Mantova con le gravi accuse diattentato a impianti di pubblica utilità e alla sicurezza deitrasporti. L'uomo, infatti, un agricoltore 60enne dellaprovincia di Reggio Emilia, aveva messo dei blocchi di cementolungo i binari della ferrovia Suzzara-Parma e un treno li avevaurtati, fortunatamente senza conseguenze per i passeggeri. L'epilogo della vicenda, che si trascinava da oltre diecigiorni, è stata tra la notte di venerdì e sabato, vigilia diNatale, quando i carabinieri hanno arrestato l'attentatore, chesembra abbia agito per non meglio specificati motivi economici efamiliari.