Lunedì 01 Luglio 2013

Mons. Scarano respinge le accuse

(ANSA) - ROMA, 1 LUG - Respinge le accuse monsignor Nunzio Scarano, arrestato per la vicenda del rientro in Italia di 20 milioni di euro degli armatori D'Amico. L'interrogatorio e' durato quasi tre ore ed i difensori hanno chiesto gli arresti domiciliari in una parrocchia che gli consentirebbero di impartire sacramenti. L'interrogatorio di garanzia, effettuato dal gip Barbara Callari, si e' svolto a Regina Coeli. Scarano era assistito dagli avvocati Silverio Sica, Francesco Caroleo Grimaldi e Luca Paternostro.

© riproduzione riservata