Pannelli solari intorno a Cernobyl

Pannelli solari intorno a Cernobyl

(ANSA) - MOSCA, 28 DIC - Trenta chilometri quadrati all'interno della 'zona di esclusione' intorno alla centrale nucleare di Cernobyl possono puntare a una nuova vita, sempre nel nome dell'energia ma, questa volta, davvero pulita. Il ministro dell'Ambiente ucraino Ostap Semerak ha infatti dichiarato che si sta considerando l'opzione di affittare il terreno per la costruzione di impianti fotovoltaici. "Il desiderio di costruire strutture della zona di esclusione per generare energia elettrica da fonti rinnovabili è stato già annunciato da una serie di società estere. E questo è importante per noi, perché la creazione di nuove industrie nella zona sarà l'occasione per creare nuovi posti di lavoro e reclutare professionisti con esperienza di lavoro a Cernobyl", ha affermato l'ufficio stampa del ministero. Semerak ha sottolineato che il ministero ha annunciato una gara d'appalto e che il governo ha ridotto il costo della locazione di beni dello Stato nella zona di Cernobyl.


© RIPRODUZIONE RISERVATA