(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 8 DIC - "Per ciascuno di noic'è una storia di salvezza fatta di sì e di no a Dio. A volte,però, siamo esperti nei mezzi sì: siamo bravi a far finta di noncapire bene ciò che Dio vorrebbe e la coscienza ci suggerisce".Lo ha detto il Papa all'Angelus. "Siamo anche furbi e per nondire un no vero e proprio a Dio - ha aggiunto Papa Francesco -diciamo: 'non posso', 'non oggi, ma domani'; 'domani saròmigliore, domani pregherò, farò del bene, domani'. Così peròchiudiamo la porta al bene, e il male approfitta di questi sìmancati". Invece, seguendo l'esempio di Maria che non ha risposto "poivedrò", serve un "sì pieno a Dio" che "dà origine a una storianuova: dire sì a Dio è veramente 'originale', non il peccato,che ci fa vecchi dentro".