Tajani, Ue dice di mandare a casa clandestini

Tajani, Ue dice di mandare a casa clandestini

MILANO - "Come dice sempre l'Unione europea, bisogna rimandare a casa tutti coloro che sono clandestini, bisogna avere una organizzazione per farlo". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, parlando di immigrazione a margine di un evento a Milano. Per Tajani, in Europa "il cambio di passo è indispensabile, perché l'Ue per troppo tempo ha lasciato l'Italia e la Grecia da sole".

 


"Ora bisogna fare di più - ha aggiunto - Il Parlamento ha proposto una riforma del diritto di asilo che va nella direzione delle richieste dell'Italia, ci auguriamo che il consiglio faccia in fretta e adotti una decisione che vada nell'interesse complessivo dell'Italia, della Grecia e dei Paesi del sud, che si sono caricati dell'enormità di un fenomeno senza avere troppo sostegno dagli altri".

 


"Mi auguro che anche oggi e domani i ministri del nuovo governo siano presenti in Lussemburgo per far ascoltare la voce autorevole e importante dell'Italia. Oggi c'è il consiglio di giustizia e affari interni", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True