Tori e leoni, le meraviglie di Persepoli

Tori e leoni, le meraviglie di Persepoli

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Tori, leoni, oggetti d'arte di straordinaria fattura provenienti dagli scavi di Persepoli, la più bella e maestosa città dell'antichità distrutta da Alessandro Magno nel 330 a.C., saranno eccezionalmente esposti in una grande mostra allestita dal 25/6 al 30/9 nel Museo Nazionale Archeologico di Aquileia. Si tratta di una rassegna "di grande significato - dice il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini - perché costituisce la prima opportunità di apprezzare in Europa reperti provenienti da Persepoli e dal Museo Nazionale di Teheran dopo la firma dell'Accordo sul Nucleare iraniano". Intitolata 'Leoni e Tori dall'antica Persia ad Aquileia', l'esposizione è dedicata all'arte achemenide e sasanide, con pezzi di eccezionale rilievo provenienti dall'Archeologico di Teheran e da quello di Persepoli. Molti dei reperti allestiti non sono mai usciti dai musei iraniani, come la gigantesca zampa di leone in porfido, la testa di un bovino proveniente dai depositi di Persepoli e molti degli oggetti in oro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA