Trasporti: Bulc, digitale-CO2 priorità per fondi Ue post 2020

A margine dei 'Ten-T Days' di Lubiana, la commissaria Ue ai Trasporti ha spiegato che le connessioni transfrontaliere e i collegamenti mancanti lungo i principali ccorridoi europei Ten-T saranno gli altri criteri vincolanti.

Trasporti: Bulc, digitale-CO2 priorità per fondi Ue post 2020

LUBIANA - “Nell'attuale bilancio pluriennale dell'Ue, ma ancora di più nel prossimo, le priorità principali per la selezione dei progetti legati ai trasporti saranno la connettività transfrontaliera, i collegamenti mancanti lungo i principali corridoi europei Ten-T, la decarbonizzazione e la digitalizzazione”, così la commissaria Ue ai trasporti, Violeta Bulc, in un incontro con i giornalisti a margine dei 'Ten-T Days' di Lubiana, l'evento europeo dedicato alle reti di trasporto.

 

"Stiamo rendendo la sicurezza stradale e l’abbassamento delle emissioni dei criteri vincolanti per la selezione dei progetti", ha sottolineato Bulc, che non si dice "spaventata" da un calo della "intensità degli investimenti" perché "stiamo andando nella giusta direzione: è ormai riconosciuto che le infrastrutture portano vantaggi e creano direttamente crescita e lavoro".

 

Il 2 maggio la Commissione Ue presenterà la sua proposta per il bilancio pluriennale dell’Unione post 2020, mentre il 6 giugno sarà svelerà quella sulla revisione del regolamento CEF (Connecting Europe facility), lo strumento che finanzia le grandi reti di trasporto in Europa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}