Sabato 14 Novembre 2009

Chioggia,il soprannome 'salva' i 10 mila omonimi Boscolo e Tiozzo

Roma, 14 nov. (Apcom) - I Boscolo e i Tiozzo sono salvi: il Viminale ha deciso di riconoscere il 'detto', cioè il soprannome, come secondo cognome. A Chioggia finisce così un incubo per i diecimila Boscolo e Tiozzo della città, tutti 'scomodi omonimi': la notizia è riportata dal Corriere del Veneto, che spiega che lunedì scorso il sottosegretario al ministero degli Interni Michelino Davico, accompagnato dal Prefetto Annapaola Porzio, direttore centrale dei servizi demografici del ministero dell`Interno e dal prefetto di Venezia, Michele Lepri Gallerano, consegnerà alla città e al sindaco Ro¡mano Tiozzo detto "Pagio" e al vicesindaco Sandro Boscolo detto "Todaro", il nuovo decreto che, dopo un lungo confronto tra Comune e organi ministeriali, disciplina e regolarizza formalmente la consuetudine dell'uso del "detto" nel Comune di Chioggia.

Red/Apa

© riproduzione riservata