Lunedì 16 Novembre 2009

Guantanamo/ Casa Bianca studia ipotesi trasferimento in Illinois

New York, 16 nov. (Apcom) - A circa due mesi dalla chiusura prevista di Guantanamo la Casa Bianca potrebbe aver trovato la soluzione in extremis dove trasferire i prigionieri della guerra al terrorismo. Si tratta del carcere di massima sicurezza di Thomson, in Illinois, che potrebbe tra poche settimane ospitare i detenuti che ancora si trovano nella base militare di Cuba. Un'ipotesi molto concreta, su cui c'è l'accordo di tutte la autorità locali e in vista della quale oggi stesso una delegazione di tecnici di Washington si recherà nell'istituto per un'ispezione. Negli ultimi otto anni il carcere dell'Illinois è rimasto quasi vuoto e l'idea di portare lì i sospetti terroristi è vista come una straordinaria opportunità economica per gli abitanti della zona. Il governo ha calcolato un investimento di un miliardo di dollari nei prossimi quattro anni che porterebbe complessivamente tre mila posti di lavoro alla comunità. Per aumentare il sistema di sicurezza sarebbe costruito un secondo muro di cinta attorno all'istituto, mentre agli attuali prigionieri sarebbe dedicato uno dei bracci dell'istituto. Thomson si trova a meno di 250 chilometri da Chicago, la città da dove arriva il presidente Barack Obama che ha discusso della questione direttamente con il governatore dell'Illinois, Patrick Quinn, due settimane fa. Sia Quinn che il senatore Richard Durbin, sempre dell'Illinois, hanno accettato la proposta che prevedrebbe l'acquisto della struttura da parte del governo federale. L'ipotesi ha fatto tornare l'ottimismo alla Casa Bianca da dove ieri il consigliere di Obama, David Axelrod, ha confermato che il governo riuscirà a chiudere la prigione nei tempi previsti. Da mesi Obama cerca di risolvere il nodo del trasferimento degli oltre 200 prigionieri che si trovano ancora a Cuba che mette tuttora a rischio la chiusura della base, prevista per il prossimo 22 gennaio. La proposta arriva in uno dei momenti più delicati per l'amministrazione che proprio venerdì scorso ha annunciato l'avvio del processo nei confronti di uno dei più noti prigionieri di Guantanamo, Khalid Sheikh Mohammad, considerato l'architetto dell'11 settembre.

Emc-Bat

© riproduzione riservata