Mercoledì 18 Novembre 2009

Crisi/ Borse e dollaro deboli, oro segna record a 1148,1 dollari

Roma, 18 nov. (Apcom) - Il prezzo dell'oro continua a muoversi al rialzo, stabilendo nuovi primati apparentemente senza mostrare evidenti riflessi dell'andamento altalenante dei mercati finanziari e dei cambi del dollaro. Negli scambi elettronici sul Comex, il mercato di Chicago i contratti futures sull'oro con consegna a dicembre hanno toccato un picco a 1148,1 dollari l'oncia e successivamente, quando in Europa è tarda mattina limano leggermente il rialzo a 1146,8 dollari. Bassi volumi di scambio invece per i futures sull'oro in prima consegna, sul mese di novembre, che risultano anche in calo a 1136,5 dollari l'oncia. Oggi le Borse dell'Asia si sono prevalentemente orientate in leggero ribasso, mentre in Europa le piazze finanziarie segnano modesti incrementi dopo che ieri Wall Street ha concluso leggermente in positivo la seduta, che in precedenza vedeva i maggiori indici in calo. Sempre oggi il dollaro - la divisa con cui si effettuano gli scambi di tutte le materie prime - recupera parte del terreno perso ieri, dopo che il presidente della Bce Jean-Claude Trichet aveva appoggiato la linea del presidente della Fed, Ben Bernanke a sostegno della divisa americana. A tarda mattina l'euro sale a 1,4950 dollari.

Voz

© riproduzione riservata