Mercoledì 18 Novembre 2009

Immigrati/ Fini: Dire 'lasciamoli a casa' non risolve problema

Roma, 18 nov. (Apcom) - Il problema dell'immigrazione non si risolve con le battute e le polemiche di giornata: lo ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini, replicando indirettamente al leader della Lega Umberto Bossi. Intervenendo alla Camera ad un dibattito con il finanziere-editore Tarek Ben Ammar e con il vicecapogruppo del Pdl Italo Bocchino, Fini ha detto di "condividere al cento per cento" la proposta di una cittadinanza "di qualità" avanzata da Bocchino (che prevede si possa fare domanda dopo cinque anni in Italia, ma ci si debba poi sottoporre a corsi di lingua e di educazione civica, ad esami e alla fine anche al giuramento da cittadino dinanzi alla bandiera italiana). Fini ha sostenuto che l'Italia "che non ha un passato coloniale ma una storia di emigrazione", dovrebbe "riflettere a fondo su cosa significa integrazione". Su questo tema, "si può liquidare tutto con la battuta 'lasciamoli a casa' ma non risolve il problema perché gli immigrati ci sono e ce ne saranno sempre di più".

Bar

© riproduzione riservata