Giovedì 03 Dicembre 2009

Italia-Usa/ Ambasciatore Thorne: su invio truppe deciderà Roma

Roma, 3 dic. (Apcom) - Toccherà al governo italiano decidere quanti militari inviare in Afghanistan per contribuire alla nuova strategia annunciata dalla Casa Bianca: lo ha affermato l'ambasciatore statunitense a Roma, David Thorne, intervistato dal quotidiano La Stampa, sottolineando come l'Italia si sia sempre "dimostrata molto sensibile alle necessità delle missioni di peacekeeping e continuerà a svolgere il suo ruolo"; Thorne ha parlato di un migliaio di effettivi, ma alla fine "la cifra sarà concordata nell'ambito dell'Alleanza Atlantica". Quanto ai rapporti bilaterali, quello tra Silvio Berlusconi e Barack Obama "è sempre stato ottimo": il Presidente mi ha detto di considerare Berlusconi una persona interessante e alla casa Bianca non si dà alcun peso alle battute sull'abbronzatura"; né Washington sarebbe particolarmente irritata dalla vicinanza fra il presidente del Consiglio e l'attuale premier russo Vladimir Putin: "Si conoscono da 15 anni, e del tutto normale che questa buona relazione personale continui". Thorne si è mostrato più cauto sul recente viaggio di Berlusconi in Bielorussia: "Non conosco bene le ragioni che hanno determinato la visita, ma sulla Bielorussia posso ribadire che gli Stati Uniti sono molto sensibili al rispetto dei diritti umani".

Mgi

© riproduzione riservata