Giovedì 03 Dicembre 2009

Afghanistan/ Frattini: 2013 limite massimo per il ritiro

Roma, 3 dic. (Apcom) - Il 2013, anno di fine mandato del presidente Hamid Karzai, è "un limite massimo, non un limite minimo" per il ritiro militare dall'Afghanistan. Lo ha ribadito il ministro degli Esteri Franco Frattini, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. Frattini ha inquadrato la decisione del governo di mandare altri mille uomini in Afghanistan - in seguito alla richiesta di un maggiore impegno militare della Nato e del presidente americano Barack Obama - nel contesto di una nuova "strategia politica": "Siamo convinti che non si debba parlare di una exit strategy - ha detto il capo della diplomazia - ma di una strategia di transizione con la differenza, rispetto al recente passato, che questa strategia ha una prospettiva temporale forse per la prima volta determinata". "Traggo dalle parole pronunciate da Karzai il giorno del suo insediamento (il 19 novembre, ndr) e dalle parole del presidente Obama che il 2013 è un limite massimo, non un limite minimo" ha dichiarato Frattini, ricordando che "Obama ha parlato di un ritiro nel 2011. Vedremo se questo sarà possibile". La revisione strategica in Afghanistan comporta che il 'surge' militare sia comunque "uno strumento per fini politici". "La sicurezza militare - ha fatto notare il titolare della Farnesina - è in funzione della ricostruzione politica. Lo illustreremo nel dettaglio in parlamento".

Spr/Rea

© riproduzione riservata