Giovedì 03 Dicembre 2009

Somalia/Attacco suicida a Mogadiscio:19 morti, fra cui 3 ministri

Mogadiscio, 3 dic. (Apcom) - Almeno 19 persone, in maggioranza studenti e tre ministri del Governo di transizione somalo (Tfg) e due giornalisti locali, sono morte oggi in un attentato suicida compiuto a Mogadiscio durante una cerimonia per la consegna di diplomi. L'attacco ha avuto luogo nella mattinata all'interno dell'hotel Shamo, nella piccola parte della capitale somala ancora sotto il controllo del governo, nel corso di una cerimonia ufficiale per la consegna di diplomi a degli studenti. Diversi ministri del Tfg, numerosi responsabili e giornalisti somali erano presenti. Uno studente ha fatto esplodere la cintura che portava indosso in mezzo alla folla di neo diplomati che portavano delle toghe all'americana, secondo un impiegato dell'hotel. Almeno 19 persone, in maggioranza studenti, sono rimaste uccise nell'esplosione, secondo la forza di pace dell'Unione africana in Somalia (Amisom). Tre ministri figurano fra le vittime. Anche due giornalisti somali sono stati uccisi: il corrispondente di radio Shabelle, Mohamed Amin Aden, e un cameraman della televisione al Arabiya, Hassan Zuber Hadji. Unanimi le condanne e l'espressione di cordoglio da tutto il mondo: "E' con estremo dolore che ho appreso del sanguinoso attentato occorso a Mogadiscio, in cui hanno perso la vita, tra le altre vittime, anche ministri del governo federale transitorio", ha scritto il ministro degli Esteri Franco Frattini al suo omologo del governo transitorio somalo. In un comunicato congiunto, Unione europea, Stati Uniti, Autorità intergovernamentale per lo sviluppo (Igad, sei Paesi dell'Africa dell'est), la Lega degli Stati arabi e le Nazioni unite hanno condannato questo "orribile attacco".

Ihr

© riproduzione riservata