Giovedì 03 Dicembre 2009

Usa/ Sanità, vittoria per donne: esami preventivi presto gratuiti

New York, 3 dic. (Apcom) - Le associazioni per i diritti delle donne possono cantare vittoria a Washington. Il Senato americano ha approvato il cosiddetto "emendamento Mikulsky", la clausola che introduce nella riforma della sanità l'obbligo per le compagnie private di fornire gratuitamente una serie di esami preventivi per le donne. Insieme alla maggioranza hanno votato anche due senatrici repubblicane che confermano dunque che la legge ha serie possibilità di essere sostenuta anche da quale parlamentare dell'opposizione. Se la riforma sarà approvata dunque le donne americane avranno molti più diritti nei confronti delle assicurazioni private, che in molti casi pongono oggi polizze più care per le pazienti alla luce del rischio maggiore per le donne di contrarre determinate malattie. L'emendamento prevede l'obbligo di pagare un check-up completo una volta all'anno, oltre a mammografie e esami periodici gratuiti per malattie come diabete e disturbi cardiaci. Un cavillo che aumenterà il costo del piano di un miliardo di dollari in dieci anni. Il tema è in questi giorni uno dei più scottanti in America dove una commissione di esperti del governo ha recentemente alzato l'età consigliata per iniziare gli esami preventivi da 40 a 50 anni. Una mossa che ha sollevato fortissime proteste perché le assicurazioni basano parte dei propri rimborsi proprio sui pareri degli esperti governativi. Il Senato è in queste ore nel pieno del dibattito e i leader di maggioranza hanno già chiarito ai colleghi che per arrivare a un voto definitivo entro la fine dell'anno dovranno convocare le sedute anche di domenica, anche se con orari più flessibili dei normali giorni feriali.

Emc-Bat

© riproduzione riservata