Mercoledì 23 Dicembre 2009

Berlusconi/ Premier: "Perdono Tartaglia, ma si arrivi a giudizio"

Roma, 23 dic. (Apcom) - "L'ho già perdonato". Così il premier Silvio Berlusconi ha annunciato oggi, in una telefonata per gli auguri natalizi ai dirigenti e ai dipendenti del Pdl riuniti a via dell'Umiltà, di aver perdonato Massimo Tartaglia, l'autore dell'aggressione subita dopo un comizio a Milano.Il Cavaliere si è scusato con i presenti che lo ascoltavano per non poter scambiare gli auguri di persona, proprio a causa dell'aggressione subita, aggiungendo di aver però già perdonato "l'autore del gesto". Berlusconi ha poi auspicato che le forze politiche possano contribuire a migliorare il clima, come già sottolineato nei giorni successivi all'aggressione subita. Il premier ha però auspicato che si arrivi comunque a un giudizio sulla vicenda perchè "non passi il messaggio che si può aggredire un'istituzione come il presidente del Consiglio con una statuetta". Andando da Arcore a Milano qualche ora prima dell'aggressione di piazza del Duomo, Berlusconi manifestò una preoccupazione sul "clima d'odio" nel Paese. Lo ha raccontato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti, intervenendo a Ballarò su Raitre. "Mentre leggeva il suo discorso - dice Bonaiuti - si è interrotto e mi ha detto 'Paolino, ma non senti che clima di odio che c'è, non pensi possa sfociare in qualcosa di male?".

Tom/Sar

© riproduzione riservata