Sabato 06 Febbraio 2010

Iran/ Gates: Accordo su nucleare? Non mi pare che sia vicino

Ankara, 6 feb. (Apcom) - L'accordo sullo scambio di uranio arricchito tra Teheran e gli occidentali non è così vicino come sostiene Teheran. E' questa la convinzione del segretario alla Difesa Usa, Robert Gates, che sarà oggi in Italia per una serie di incontri ai massimi livelli. "Non ho la sensazione che siamo vicini a un accordo" con l'Iran sul nucleare, ha detto questa mattina. "Se l'Iran deciderà di accettare le proposte dei 5+1, dovrà dirlo all'Aiea", ha commentato Gates. Il ministro iraniano degli Affari esteri Manouchehr Mottaki si è detto convinto ieri a Monaco di Baviera che l'accordo "finale" sullo scambio di uranio con l'Iran per il suo reattore di ricerca di Teheran è ormai vicino. "Ci avviciniamo a un accordo finale che può essere accettato da tutte le parti", ha dichiarato Mottaki in occasione della 46esima Conferenza sulla sicurezza. Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, ha ricordato Mottaki, aveva segnalato martedì che il suo paese è pronto a scambiare una parte del suo uranio leggermente arricchito (al 3,5%) con il combustibile molto arricchito (al 20%), destinato al suo reattore di ricerca di Teheran. "Riguardo alle discussioni con le varie parti, penso personalmente che abbiamo creato le condizioni favorevoli per uno scambio in un futuro abbastanza prossimo", ha proseguito.

Coa

© riproduzione riservata