Sabato 06 Febbraio 2010

Toyota/ Media giapponesi: Scuse in ritardo e poco convincenti

Tokyo, 6 feb. (Ap) - I media giapponesi hanno criticato duramente le scuse di ieri del presidente di Toyota, Akio Toyoda, per quella che è stata definita una spiegazione "data in ritardo e poco convincente" al massiccio richiamo di auto attuato dal colosso giapponese nei giorni scorsi. Sono oltre otto milioni i veicoli coinvolti in tutto il mondo, e presto potrebbero arrivare altri richiami anche per la vettura ibrida Prius per un difetto al sistema frenante. Toyoda, il nipote del fondatore di Toyota è alla guida della casa automobilistica nipponica dal giugno 2009, si è scusato ieri pubblicamente ma ai giornali non è bastato: "Le parole non sono abbastanza" ha commentato in un editoriale il Nikkei, principale quotidiano finanziario. "la capacità del management di gestire la crisi deve essere sottoposta a un giudizio severo" ha aggiunto. Per il popolare Asahi, la reazione della Toyota è stata "assolutamente troppo in ritardo. Il mondo intero guarda ora a come Toyota può umilmente fare tesoro dei recenti fallimenti e imparare a fare auto più sicure".

Pie

© riproduzione riservata