Sabato 06 Febbraio 2010

Idv/Il giorno di De Luca a congresso:Di Pietro blinda asse con Pd

Roma, 6 feb. (Apcom) - Pressato dalla società civile, dal 'popolo viola', dai grillini, Antonio Di Pietro si riprende il partito e rimette in riga Luigi de Magistris, ex magistrato ed eurodeputato recordman di preferenze, saldando, anzi blindando il rinato asse con il Pd. Pier Luigi Bersani, accolto dagli applausi della platea del Marriott Hotel nella seconda giornata del suo congresso nazionale dell'Idv, può festeggiare il via libera al suo candidato alla presidenza della Campania: il sindaco di Salerno Enzo De Luca, poco amato dalla base Idv a causa di una vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto. Proprio De Magistris aveva detto ieri "non lo voto", ma con un colpo di teatro Di Pietro ha travolto la resistenza dell'amico-rivale. Ricordando ai delegati che senza accordo con il Pd "rischiamo di consegnare la Campania alla fogna della camorra, ai casalesi", il leader dell'Idv estrae un coniglio dal cilindro: annuncia di aver invitato De Luca al congresso. Gli alleati incassano, per Bersani "in Campania un'intesa si troverà, per Nichi Vendola il discorso di Di Pietro "è molto saggio" e "può sbloccare la situazione". De Luca arriva nel pomeriggio, diichiara di rispettare il controllo di legalità della magistratura, nervo sensibile da queste parti, accetta tutte le condizioni poste da Di Pietro e conquista con un comizio vecchio stampo la platea, che gli tributa una standing ovation e cancella ogni ipotesi di 'conta' congresusale sulla sua candidatura. "Chi è condannato firmi sotto le dimissioni e se ne vada a casa, senza problemi. Siamo qui per cambiare l'Italia", urla, e quanto ai suoi guai giudiziari, riguardano il tentativo di salvare duecento posti di lavoro: "Sono orgoglioso di stare dalla parte della povera gente, mentre altri hanno i casalesi fra le loro frequentazioni", proclama alludendo all'inchiesta sulla camorra che ha coinvolto il sottosegretario Nicola Cosentino, candidato mancato del centrodestra e leader del Pdl in Campania. (segue)

Bar

© riproduzione riservata