Giovedì 04 Marzo 2010

Bce/ Attesi tassi fermi all'1% e decisioni su liquidità

Roma, 4 mar. (Apcom) - In un contesto di perdurante moderazione dell'inflazione, oggi dalla Banca centrale europea è attesa una nuova conferma dei tassi di interesse di Eurolandia al minimo storico dell'1 per cento. I governatori torneranno a riunirsi presso la sede di Francoforte, per le consuete decisioni di inizio mese di politica monetaria. In assenza di sviluppi significativi sul caro vita, su cui i tassi sono il principale strumento di contenimento - Eurostat ha riferito mercoledì che a febbraio l'inflazione media si è moderata al più 0,9 per cento su base annua - le discussioni potrebbero toccare anche altre questioni più precarie, come le finanze pubbliche di alcuni paesi. Resta in primo piano il caso della Grecia, dove ieri il governo ha deciso misure aggiuntive di risparmio - 4,8 miliardi di euro complessivi sul bilancio - come chiedeva la Commissione europea. Ma il problema della deriva dei conti tocca anche altri paesi, come Portogallo, Spagna e Irlanda, e potrebbe suggerire cautela ai banchieri centrali sull'inasprimento delle manovre espansive che hanno affiancato i tassi bassi, tramite la concessione di enormi liquidità supplementari al sistema creditizio, a condizioni molto favorevoli. La stessa precarietà della ripresa e rinnovata volatilità dei mercati che ha segnato le prime settimane dell'anno richiama attenzioni, tuttavia il mese scorso il presidente Jean-Claude Trichet aveva preannunciato che a marzo si sarebbero potute prendere nuove decisioni per la "exit strategy" sulle liquidità. La decisione sui tassi è attesa alle 13 e 45, alle 14 e 30 Trichet terrà il consueto incontro con la stampa.

Voz/

© riproduzione riservata