Mercoledì 17 Marzo 2010

Basta pop corn al cinema, la proposta-choc del boss della Sony

Roma, 17 mar. (Apcom) - La lotta contro l'obesità sbarca nei cinema. Basta pop corn al burro, al loro posto sarà meglio sgranocchiare carote, yogurt o frutta. E' la proposta choc di Michael Lynton, uno dei più potenti boss di Hollywood, numero uno della Sony Pictures. "Riescono ad immaginare a stento i romani che mangiavano pop corn e bevevano Coca-cola duemila anni fa" ha detto durante una conferenza di proprietari di cinema a Las Vegas. "Ma portare nei nostri chioschi degli snack più salutisti potrebbe aiutare a migliorare la salute pubblica". Lynton - scrive il Times - riconosce che non sarà facile cambiare vecchie abitudini: "Non voglio dire che sarebbe una buona idea proporre barattoli di spinaci o broccoletti - continua il boss della Sony - nessuno vuole mangiare cavolfiori mentre guarda Spiderman!", ma questo non impedisce alcuni accorgimenti, come ad esempio patatine al forno e non fritte, o comunque "un'offerta più ampia che preveda anche cibi sani". Il cestino di popcorn al burro normalmente venduto al cinema contiene 76 grammi di grasso, l'equivalente di sei cheeseburger, cioè 1.100 calorie. Il mese scorso, Tim Smith, executive dell'Agenzia per il controllo alimentare in Gran Bretagna, ha auspicato che venisse pubblicizzato nei cinema il contenuto calorico di pop corn, gelati e bevande gassate e che venisse offerta la possibilità ai clienti di avere porzioni ridotte.

Fcs

© riproduzione riservata