Mercoledì 17 Marzo 2010

Usa/ All'asta per 5 mln usd la siringa che uccise Michael Jackson

New York, 17 mar. (Apcom) - Le aste dei cimeli di Michael Jackson si tingono di macabro. Questa volta, in vendita, c'è la siringa con cui al "re del pop" è stata iniettata la dose letale di anestetico. Il prezzo base di offerta è 5 milioni di dollari. La siringa è stata itrafugata nel corso delle indagini seguite alla morte della star. Particolare ancora più inquietante: l'asta potrebbe essere fissata per il 25 giugno prossimo, l'anniversario della morte della pop star. La famiglia di Jackson sta facendo il possibile per bloccare la vendita, un "oltraggio" alla memoria del cantante. L'inchiesta per ora ha un solo colpevole: Conrad Murray, medico personale di Jackson, accusato di omicidio colposo. "Questa è una delle aste più inquietanti mai annunciate. La siringa non è più necessaria nel processo del dottor Murray. Ma le implicazioni morali sono devastanti", ha detto una fonte al Daily Mirror. Intanto il proprietario della siringa si sta consultando con i suoi avvocati per essere sicuro di poter vendere il cimelio. Il piano è quello di organizzare l'asta a Las Vegas. Ma potrebbe essere costretto a spostarsi in paesi che non hanno accordi legali con gli Stati Uniti. "Come il Brasile, per esempio, o addirittura la Libia", ha spiegato la fonte.

emc

© riproduzione riservata