Mercoledì 17 Marzo 2010

Crisi/ Tremonti: Faremo la riforma,non colpiremo risparmio e casa

Roma, 17 mar. (Apcom) - Il governo farà la riforma fiscale senza mettere imposte patrimoniali o colpire il risparmio e la casa. Lo ha assicurato il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, in occasione del dibattito sulla crisi in Aula alla Camera. Il ministro ha garantito, inoltre, che ci sarà un confronto con tutte le parti interessate. Stiamo lavorando alla riforma fiscale, è fondamentale per rendere il nostro sistema più giusto ed efficiente, non possiamo continuare con la macchina disegnata mezzo secolo fa e poi solo rattoppata". Nel processo di riassetto, ha aggiunto, "non metteremo imposte patrimoniali e non colpiremo il risparmio e la casa. Discuteremo con tutti e su tutto: con le forze sociali, l'opposizione, in Parlamento, con gli organismi internazionali. Realizzeremo il programma elettorale che è stato votato dagli elettori". In una fase di crisi il dovere dei governi è quello dell'equilibrio, della responsabilità e della prudenza ha detto Tremonti, spiegando che, a parte i maxi salvataggi bancari, nessun governo europeo ha fatto le riforme strutturali in questi due anni di crisi. "Ho letto - ha affermato Tremonti - che in questi due anni di crisi altri paesi europei hanno fatto riforme strutturali, sarei grato se qualcuno mi dicesse quali paesi e quali riforme strutturali sono state fatte. Al netto dei mega salvataggi bancari a me non risulta che altri abbiamo fatto riforme. L'Italia invece ha impostato le riforme". "Contro il movimentismo - ha aggiunto - il dovere della politica e del governo non è quello dell'avventura, ma quello dell'equilibrio e della responsabilità e nello scenario internaizonale la politica del governo Berlusconi è considerata prudente e saggia".

AquGab

© riproduzione riservata