Mercoledì 17 Marzo 2010

Ue/ Trichet: Assurdo"escludere da euro Stati inadempienti

Parigi, 17 mar. (Apcom) - L'eventuale uscita dall'eurozona dei paesi che non rispettano i loro obblighi è una "ipotesi assurda": lo ha ribadito oggi il presidente della Banca centrale europea (Bce), Jean-Claude Trichet. Il cancelliere tedesco Angela Merkel si è invece espressa a favore della possibilità di escludere dall'eurozona gli Stati che "non rispettano le condizioni". Opinione che sembrerebbe essere condivisa anche dal governatore di Bankitalia Mario Draghi: oggi a Bruxelles, a una cronista che chiedeva se condividesse l'idea tedesca di sanzionare pesantemente, fino all'espulsione dall'euro, i paesi membri che, come la Grecia, non rispettano la disciplina comune, Draghi ha risposto che "per i comportamenti devianti, anche sul piano strutturale, aumenterei non solo il costo economico di queste deviazioni, ma anche il costo politico". Interpellato dal settimanale francese Le Point prima che la Merkel e Draghi prendessero posizione sulla questione, Trichet ha invece definito "assurda" l'ipotesi dell'esclusione dei paesi inadempienti: "Entrare nell'eurozona è una decisione capitale - ha detto. Non si tratta di un'adesione 'à la carte'. Si tratta di condividere un destino comune con altri paesi", ha detto il presidente della Bce, che ha espresso apprezzamento per le misure "molto importanti, necessarie, convincenti e coraggiose" prese dalla Grecia per ridurre il suo deficit pubblico come richiesto da Bruxelles.

Plg

© riproduzione riservata