Sabato 20 Marzo 2010

Roma/ Oggi anche il serpentone contro privatizzazione dell'acqua

Roma, 20 mar. (Apcom) - Saranno due giorni di manifestazioni e conseguenti disagi alla circolazione per la capitale. Tre i cortei previsti nel centro storico di Roma, con la sfilata del Pdl e poi il serpentone di movimenti, associazioni e partiti contrari alla privatizzazione dell'acqua. Domani c'è grande attesa per la Maratona di Roma con oltre 15mila atleti. "No alla privatizzazione dell'acqua" è l'appello lanciato dal Forum italiano dei movimenti per l'acqua che conta di portare in piazza oltre 100mila persone. L'organizzazione, che ha raccolto più di 400mila firme a sostegno di una proposta di legge di iniziativa popolare per la tutela, il governo e la gestione pubblica dell`acqua, invita alla mobilitazione popolare per riaffermare che l`acqua è un bene comune e un diritto umano universale. Il Forum italiano dei movimenti per l'acqua, che raduna sindacati, associazioni di promozione sociale, ong, comitati territoriali e organizzazioni ambientaliste, punta il dito contro la legge che, a novembre 2009, ha consegnato i servizi idrici del paese "alle aziende private e alle multinazionali". Oltre alla manifestazione, la protesta prosegue con una campagna di raccolta firme per la promozione di un triplice referendum: "tre 'si' per abrogare l`ultima legge sulla privatizzazione dei servizi idrici del governo Berlusconi, il decreto che stabilisce che la gestione dei servizi idrici spetti alle SpA e la tassa del 7% che paghiamo in bolletta per compensare il capitale investito dai privati nel settore". Il corteo partirà, alle ore 14, da piazza della Repubblica, e si chiuderà a Piazza Navona. Domani, come da tradizione, la Maratona di Roma partirà alle 9 da via dei Fori Imperiali e attraverserà il centro storico, i monumenti e i luoghi più importanti della città. In tutto il weekend l'Atac ha fatto scattare il piano "salva-trasporti" con numerose deviazioni. Oggi in concomitanza con le tre manifestazioni, i varchi della Ztl diurna del Centro storico sono disattivati.

Aqu/Gtz

© riproduzione riservata