Domenica 18 Aprile 2010

Anziani italiani più in forma dell'Ue, ma 10mila usano cocaina

Roma, 17 apr. (Apcom) - In Italia si trovano gli anziani più in forma d'Europa, con gli over 65 che rappresentano ben il 20,1 per cento della popolazione per effetto di una speranza di vita che è pari a 78,8 anni per gli uomini e a 84,1 anni per le donne. Lo sottolinea la Coldiretti nel commentare i dati della Società italiana di psicogeriatria, secondo i quali sono attualmente circa 10.000 gli anziani che consumano cocaina o altre sostanze illegali come marijuana e anfetamine, con un milione e mezzo di anziani a rischio di alcolismo, il 10 per cento in più rispetto a un anno fa. L`allarme sugli sballi e gli abusi nella terza età potrebbe modificare un tendenza che ha portato fino ad ora ad un progressivo aumento della vita media con gli anziani che negli ultimi cinque anni in Italia hanno "guadagnato" 1,3 anni di vita tra le donne e 1,6 anni tra gli uomini, mentre per il 2050 si prevede che - precisa la Coldiretti - ben 35 cittadini italiani su cento saranno "anziani" (30 per cento nella media europea), secondo le proiezioni comunitarie. Pane, pasta, frutta, verdura, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari secondo i principi della dieta mediterranea hanno consentito agli italiani di conquistare un record della longevità, anche per comportamenti di vita fedeli ad un passato familiare che rimanda in molti casi ad una tradizione di vita in campagna con cibi genuini. Ma i profondi cambiamenti che si sono verificati hanno provocato in molti casi un disagio sociale che, nella prospettiva demografica di progressivo invecchiamento della popolazione, rende ora necessario - conclude la Coldiretti - ripensare un modello di sviluppo sociale che contempli la partecipazione di tutti i soggetti privati che, a diverso titolo, possono svolgere un importante ruolo attivo in un welfare partecipato che dia concreta attuazione al principio di sussidiarietà.

Red/Cro

© riproduzione riservata