Giovedì 06 Maggio 2010

Germania/ Voto Nordreno, rischio stop per grandi progetti Cdu-Fdp

Roma, 6 mag. (Apcom) - Fisco, nucleare, riforma sanitaria: i grandi progetti della coalizione nero-gialla al governo di Berlino sono in bilico, in attesa dell'esito delle elezioni di questa domenica nel Nordreno Westfalia. Per l'approvazione di queste importanti riforme, infatti, l'esecutivo tedesco ha bisogno di una maggioranza al Bundesrat, la camera dei Laender, maggioranza che potrebbe svanire se i 13 milioni di elettori del Land (che conta 18 milioni di abitanti, il più popoloso della Germania) dovessero decidere di voltare le spalle al governo di Juergen Ruettgers. Con questo voto non si decide solo delle sorti di un Land (che rappresenta il 26% del corpo elettorale del Paese), del suo governatore e della coalizione che lo sostiene. Ne va anche della maggioranza del governo di Angela Merkel al Bundesrat dove attualmente Cdu e Fdp dispongono di 37 seggi su 69. E gli ultimi sondaggi non fanno dormire sonni tranquilli al cancelliere Angela Merkel: l'alleanza nero-gialla nel Nordreno si attesta attorno al 45%, come quella rosso-verde, che però potrebbe godere dell'appoggio della Linke, se questa supererà la soglia del 5%. Se l'Unione Cdu/Csu e l'Fdp dovessero perdere la maggioranza alla Camera delle regioni sarebbero costrette a compromessi con l'opposizione, difficilmente raggiungibili su temi di netto scontro politico, come la riduzione delle tasse per privati e aziende, il rinvio dell'uscita dal nucleare, l'introduzione di una quota forfettizzata per l'assicurazione sanitaria obbligatoria.

Fcs

© riproduzione riservata