Giovedì 13 Maggio 2010

Appaltopoli/ Berlusconi: Se c'è chi ha sbagliato via dal Governo

Roma, 13 mag. (Apcom) - Non si può parlare di una nuova tangentopoli, eventuali altre responsabilità sarebbero tutte da dimostrare ma in ogni caso se qualcun altro esponente del governo dovesse essere coinvolto nelle inchieste in corso, ne pagherebbe le conseguenze lasciando l'incarico nell'esecutivo. Sarebbe questo il ragionamento svolto dal premier, Silvio Berlusconi, ieri sera durante una cena a palazzo Grazioli con alcuni imprenditori. A quanto riferiscono alcuni dei partecipanti ieri sera il premier si sarebbe detto deluso dal comportamento di Claudio Scajola ma, avrebbe assicurato, che finchè le inchieste investono comportamenti dei singoli, non indeboliscono il governo. Alcuni degli imprenditori presenti si sarebbero poi detti preoccupati di un possibile allargamento dell'inchiesta, che già sui giornali vede altri esponenti del governo accostati alle inchieste della 'cricca'. Berlusconi avrebbe replicato - riferiscono alcuni dei presenti - che non si può comunque parlare di una nuova tangentopoli ma che se qualcun altro avesse sbagliato, ed è tutto da dimostrare, ne pagherebbe le conseguenze uscendo dal governo.

Rea/Fva

© riproduzione riservata